Cartiera per il sociale

CARTIERA vuole proporsi come luogo di accoglienza di categorie “in difficoltà” e creare eventi di richiamo per sensibilizzare la cittadinanza rispetto alle persone in situazioni di “fragilità”, ai diversamente abili, ai nuovi fenomeni di immigrazione, all’integrazione tra le culture ed alle tematiche ad esse collegate.

Torino la mia città

Si segnala il percorso gratuito di alfabetizzazione e di cittadinanza attiva rivolto alle donne magrebine “Torino la mia città” organizzato in collaborazione con il MEIC (Movimento ecclesiale di impegno culturale) e con le Biblioteche Civiche Torinesi. Il progetto comprende anche un servizio di sorveglianza bambini nelle ore di lezione; il corso a titolo gratuito si svolge nelle giornate di Lunedì, Martedì e Giovedì in orario 9.00 – 11.00.

Tirocini di formazione e orientamento

CARTIERA accoglie i tirocini di formazione e orientamento promossi dal Coordinamento Centri per l’Impiego di Torino attraverso l’associazione Abelelavoro e rivolti a categorie svantaggiate, le figure previste sono tendenzialmente inserite con mansioni di manutenzione, pulizie e aiuto bibliotecario.

Collaborazione con il centro di mediazione penale

Inoltre è attivo il percorso di inserimento in collaborazione con il Comune di Torino Settore Servizi Sociale – Centro di Mediazione Penale per l’accoglienza di giovani nel percorso di messa alla prova in alternativa alla detenzione.

Doposcuola

L’intervento del doposcuola si inserisce come esperienza di attività educativa, formativa e aggregativa per tutti i minori che vivono in situazioni di disagio, di precarietà ed emarginazione. La proposta è di attuare un’azione che sia di prevenzione ai problemi scolastici, offrendo ai bambini un’opportunità e spazi in cui poter vivere positivamente rapporti con adulti e coetanei, partendo sempre dal sistema di riferimento dei minori, dai loro vissuti, delle loro esperienze e soprattutto il loro contesto familiare. 

Il doposcuola vuole far fronte a specifiche problematiche presenti nella realtà in cui è inserito come:

  • Difficoltà di inserimento nell’ambiente scolastico
  • Difficoltà raggiungimento del livello di scolarizzazione adeguato alla classe di inserimento
  • Problemi di socializzazione con i pari
  • Conflitti tra culture
  • Difficoltà derivanti dalla scarsa conoscenza della lingua italiana

Il servizio si svolgerà per 3 giorni a settimana in orario 16.30 – 18.30.

Le attività del doposcuola sono gestite da due operatori qualificati coadiuvati da un coordinatore educativo e da 2 giovani del servizio civile nazionale.